Vaccinazioni ed altre informazioni sanitarie

Bookmark and Share

Tutti maggior centri urbani in Tibet dispongono di servizi sanitari e ospedali con trattamento sia di medicina allopatica (occidentale), tibetana e cinese. Ovviamente le strutture sono non sempre a livello eurpoeo o in aree meglio sviluppate della Cina stesso, ma stanno notevolmente migliorando. Il livello di istruzione medica invece è ottimo, quindi non ci sono problemi (oltre ai linguistici) di lascíarsi visitare da dottori in loco.

Inoltre i clima fresco e arido sfavorisce lo sviluppo di batteri e virus, diminuendo il rischio di infezioni notevolmente per il viaggatore. Per stare bene in Tibet, bastano quindi poche regole:

  • Mangiare solo cibo cucinato bene e fresco
  • Non bere acqua da fonti e rubinetti
  • Lavarsi bene le mani prima di mangiare
  • Disinfettare fertite immediatamente
  • Bere liquidi come thè o acqua oltre al bisogno sentito (consigliato 3/4 litri al giorno). 
  • Considera problemi dentali prima di intraprendere un viaggio in Tibet.

Vaccinazioni:

  • Non sono richiesti vaccinazioni per il Tibet, si dovrebbe controllare soltanto il Tetano.

Mal d'altitudine:
La grande maggioranza dei turisti subisce problemi di adattamento al altitudine all'arrivo in Tibet in volo, che si risolvono normalmente entro il secondo giorno di permanenza. Uno dei punti più bassi del Tibet e' Lhasa con 3.600 m !!! Il mal di montagna è diffuso fra i viaggiatori, anche se raramente provoca casualità. Tantissime persone invece subiscono problemi legati a questo fenomeno. Tenendo conto del altitudine e della regola semplice di darsi tempo per l'acclimatamento e bevendo in eccesso al bisogno sentito, non si dovrebbe aver grossi problemi. E' utile astenersi dal alcool almeno i primi due giorni per facilitare l'acclimatamento!

Sconsigliato un viaggio in Tibet:
Coloro che soffrono dai seguenti problemi, la realizzazione di un viaggio in Tibet è sconsigliato: 

  • nevriti, cefalea abituale. glaucoma, sindromi depressivi
  • disturbi respiratori come bronchiti recidivanti,asma, enfisema;
  • disturbi cardiocircolatori come cardiopatie o ipertensioni;